08 December 2015

Disegno di Legge in materia di organizzazioni benefiche (protezione e investimento sociale)


Chris Priestley
Partner | UK

Il Disegno di Legge in materia di organizzazioni benefiche (protezione e investimento sociale) (il ‘Disegno di Legge') è stato presentato alla House of Lords il 28 maggio 2015.

Il Disegno di Legge (consultabile qui) si concentra sui seguenti aspetti:

  • Proteggere le organizzazioni benefiche dai soggetti che presentano un rischio di abuso/strumentalizzazione;
  • Fornire alla Charity Commission nuovi e più stringenti poteri al fine di contrastare gravi abusi/strumentalizzazioni a danno delle organizzazioni benefiche; e
  • Conferire alle organizzazioni benefiche il potere di porre in essere degli investimenti sociali tali da garantire un ritorno fiscale o comunque altrimenti promuovere le finalità dell'organizzazione.

La Charity Commission ha visto con favore la menzione del Disegno di Legge nel discorso della Regina, riconoscendo che i nuovi poteri – così come proposti – consentiranno alla Charity Commission di proteggere meglio le organizzazioni benefiche da eventuali condotte abusive. Il Presidente della Charity Commission, William Shawcross, ha commentato così: ‘Questo Disegno di Legge avrà per noi un'importanza vitale se saremo posti nella situazione di disporre dei poteri necessari per porre fine agli abusi ai danni delle organizzazioni benefiche. Dobbiamo essere posti in grado di intervenire laddove si verifichino degli abusi'.

Se il Disegno di Legge dovesse venire approvato, la Charity Commission avrà il potere di:

  • Ordinare la chiusura di una organizzazioni benefica a seguito di un'inchiesta;
  • Indirizzare moniti formali alle organizzazioni benefiche che violino le disposizioni di legge in materia di organizzazioni benefiche al fine di assicurarsi che pongano essere delle azioni correttive;
  • Esonerare – laddove lo richiedano le circostanze –  gli individui che non siano ritenuti in grado di prestare servizio come trustee di organizzazioni benefiche;
  • Attirare l'attenzione su eventuali lacune e debolezze nei poteri già esistenti della Charity Commission.

Di particolare interesse è il potere conferito alla Charity Commission relativamente alla possibilità di disporre la sospensione di individui dall'amministrazione fiduciaria e dal prestare servizio in posizione senior all'interno delle organizzazioni benefiche. Ciò ha tuttavia destato le preoccupazioni di alcune organizzazioni benefiche circa l'utilizzo che di tali ampi poteri la Charity Commission potrà concretamente fare. Ciononostante, la Charity Commission ha dato al riguardo le proprie rassicurazioni attraverso un policy paper; la Charity Commission ha infatti affermato che è pienamente consapevole del contenuto potenzialmente molto ampio di questi poteri, ma ha dato rassicurazioni sul fatto che vi ricorrerà solo laddove le circostanze lo rendano necessario.

Investimento sociale

Oltre ai nuovi poteri già citati dalla Charity Commission contenuti nel Disegno di Legge, viene introdotta la proposta – per le organizzazioni benefiche registrate o per i trustee delle organizzazioni benefiche registrate  – di poter fare degli investimenti sociali. Ciò significa che le organizzazioni benefiche potranno mirare ad ottenere un ritorno sia di natura economica sia sociale,
e si spera che detto potere renderà possibile investire i fondi con modalità che, in ultimo, possano promuovere le finalità benefiche delle organizzazioni e, allo stesso tempo, possano garantire un ritorno economico.

Il Disegno di Legge è al momento al vaglio della Commissione.

Chris Priestley Partner | London

Category: Article

Client types: Charities and non-profit