25 August 2015

Presunta violazione dell'Art. 62: il caso Eurospin


Roberta Crivellaro
Partner | IT

Come anticipato nel nostro stop press del 10 luglio 2015, qui allegato, all'esito di una procedura istruttoria avviata nei confronti di Eurospin Italia S.p.A., l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust) ha pubblicato lo scorso 10 agosto il primo provvedimento relativo all'Art. 62.

L'Antitrust ha ritenuto che non ci siano elementi sufficienti per considerare sleale la condotta commerciale posta in essere da Eurospin Italia, consistente nell'imposizione di due oneri economici, per 'servizi di segreteria' e 'premi di fine periodo', a carico dei fornitori di prodotti agricoli e alimentari del Gruppo.

L'Autorità è giunta a tale conclusione dopo aver interpellato i fornitori del Gruppo, i quali hanno dichiarato di:

  • avere rapporti commerciali con altre organizzazioni della grande distribuzione oltre al Gruppo Eurospin;
  • ritenere proporzionato rispetto al servizio reso il contributo per 'servizi di segreteria'; e
  • considerare il 'premio di fine periodo' in linea con lo sconto applicato da altri importanti operatori della GDO.

Con il provvedimento che si commenta l'Antitrust compie l'ennesimo 'passo in avanti' in materia di Art. 62: non solo, infatti, conferma la possibilità di avviare – anche d'ufficio – procedimenti istruttori nei confronti degli operatori della filiera alimentare, ma inizia a fornire agli stessi linee guida di comportamento che dovranno necessariamente essere recepite nei rapporti tra GDO e fornitori.

Roberta Crivellaro Partner | London, Milan, Padua

Category: Article